Logopedia

Logopedia

RESPONSABILE AMMINISTRATTIVO DEL PROGETTO: BARCA ALBA
Struttura di appartenenza:
ASSOCIAZIONE “ ALBACHIARA” ONLUS

Indirizzo. Via Motta, 34 45030 Occhiobello (Ro) tel 3339484408 – fax e tel 0425 746002
Indirizzo mail :
onlus.albachiara@libero it

RESPONSABILE TECNICO DEL PROGETTO: DR.ssa SANDALO IOLANDA. Logopedista

Indirizzo: Viale Gramsci 110, 45100 Rovigo tel 347-0780319
Indirizzo mail :
francasandalo@libero.it

DESTINATARIO DEL PROGETTO: GIADA

RELAZIONE AL 31-12-2009

La comunicazione scritta è il mezzo utilizzato per l’insegnamento e la trasmissione della cultura, senza contare che stimola lo sviluppo cognitivo, l’immaginazione e che è il fondamento del pensiero. In questo modo la lettura e la scrittura diventano strumenti che consentono di migliorare il sistema linguistico e comunicativo del soggetto, fornendogli la chiave di accesso ad altri apprendimenti.

Il danno neurologico fa si che i soggetti con Paralisi Cerebrale Infantile nell’approcciarsi alla lettura ed alla scrittura si scontrino con barriere difficili da sormontare. Un livello adeguato di competenze nei livelli linguistici di ricezione (comprensione uditiva, lettura) e produzione (eloquio, scrittura) che nella maggior parte dei soggetti normodotati sembra acquisire spontaneamente, costituisce per questi soggetti una conquista quasi impossibile.

Nel soggetto con anartria e disartria (assenza o alterazione dei movimenti finalizzati alla espressione fono-articolatoria verbale e non) sono riconoscibili:

difficoltà nell’uso delle abilità fonologiche in lettura e spelling, sviluppo atipico del ripasso articolatorio;
ripercussioni negative sulla lettura a causa della mancata definizione delle rappresentazioni lessicali;
difficoltà nella sintesi fonetica e nell’analisi della lunghezza della parola;
difficoltà nell’acquisizione della morfologia grammaticale.

Il progetto, qui di seguito descritto, è rivolto ad una ragazza con danno neurologico di disturbo specifico di linguaggio ( anartria) allo scopo di potenziare la sua competenza comunicativa.

OBBIETTIVI:

Premettendo che l’obbiettivo di base è quello di potenziare la competenza comunicativa di Giada, sono stati individuati i seguenti obiettivi intermedi:
migliorare le abilità di percezione fonemica
migliorare le abilità di consapevolezza fonologica
migliorare la comprensione grammaticale e le abilità di lettura.

OBBIETTIVI SPECIFICI:

Migliorare la padronanza dell’ausilio informatico durante la scrittura spontanea e la dettatura di parole brevi e brevi frasi

PERCORSO TERAPEUTICO

Il programma terapeutico verrà impostato su più fronti contemporaneamente:
un training percettivo-uditivo
un training metafonologico
un training morfosintattico

FINALITA’

L’obbiettivo finale è quello di riportare Giada ad una autonomia comunicativa che le permette di rompere l’isolamento verbale e , conseguenzialmente, emotivo e sociale in cui spesso si viene a trovare.
Questo perchè Giada ha dimostrato di possedere delle potenzialità inaspettate, per cui è nostro compito , nonchè dovere, attivare e migliorare le sue competenze affinchè possa utilizzare al meglio queste sue capacità .
Fino allo scorso anno Giada pronunciava solo alcune parole isolate, ora costruisce anche brevi frasi, si ritiene perciò che questo sia il momento più opportuno e proficuo per lavorare su questo aspetto
Darle autonomia comunicativa significa darle la possibilità di manifestare i propri desideri, le proprie emozioni, i propri bisogni, anche attraverso uno scambio di pensieri. sensazioni, informazioni e stati d’animo.
Attraverso la comunicazione verbale (che non prescinde dalla sfera emotiva, cognitiva e sociale) le si permetterà anche:
– un più armonico sviluppo della personalità e della propria identità
– un controllo sulle proprie ansie e insicurezza ( in modo particolare sull’ansia da prestazione
– un migliore rapporto e confronto con i coetanei
– un notevole aiuto nell’interazione con gli insegnanti e con il personale scolastico ed assistenziale
– un accrescimento dell’autostima e della considerazione e fiducia di se stessa
– si faciliterà la liberazione dei potenziali espressi vi, immaginativi e creativi.

Dobbiamo , poi, tener conto che tutto ciò si inserisce in un momento particolare della vita di Giada perchè si sta affacciando all’adolescenza, fase molto delicata nel percorso di crescita di ogni individuo, è perciò estremamente importante che possa utilizzare la forma linguistica per esprimere dubbi, , domande, desideri,curiosità, necessità che emergono in fase preadolescenziale e adolescenziale.

Per raggiungere tali obiettivi ci si avvarrà di software specifici e riabilitativi, di mail e di tutte le tecniche comunicative che si renderanno appropriate nelle varie fasi dell’intervento e nel corso dello stesso.

TEMPI
Tempi: 24 incontri di circa 1 ora ciascuno ( 2 incontri a settimana). Con possibilità di continuare a secondo dei risultati e delle necessità.

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi